You cannot copy content of this page

Anette: in & out Nightwish

Anette nei Nightwish

Scopri come la scelta della nuova cantante è ricaduta sulla cantante svedese….e di come sia stata allontanata

Anette Olzon è scelta come seconda cantante nella storia della band e annunciata al pubblico il 24 maggio 2007 tramite post sul sito della band. In realtà Anette era già stata presentata, vocalmente, avendo la band pubblicato qualche snippet di Eva, poche settimane prima del previsto a causa di un leak.

Ma che simpatici…

Assieme al post sul sito, come potete vedere, Anette rilasciò la sua prima intervista, estremamente interessante perché ci racconta dettagliatamente il processo di selezione.


Parlaci dei primi passi che ti hanno portata a diventare la nuova cantante dei Nightwish. L’invio dei demo, la prima risposta, il primo incontro con i ragazzi ecc…
Ho conosciuto i Nightwish un paio di mesi prima che Tarja fosse licenziata, quindi non conoscevo per niente la band o la sua storia. Li ho conosciuti grazie alla figlia di mia sorella che è una fan e ho pensato che forse avrei dovuto darci un ascolto visto che sono sempre interessata a nuova musica. Ho acquistato il loro greatest hits e mi è piaciuto immediatamente. Quando lessi del licenziamento di Tarja, ero in una cover band degli ABBA e il nostro tecnico del suono disse che mi sarei dovuta proporre, ma non ne ero molto sicura perché non sono una cantante classica. Dopo averci pensato un po’ decisi di chiedere ad un paio di amici se potessero registrare la base per Ever Dream e così fecero. Mi buttai senza neanche fare pratica con la canzone, perché volevo interpretare la canzone a mio modo. Un paio d’ore dopo era fatta. Trovai un indirizzo mail di Tuomas e gli inviai il demo e dopo una settimana lui stesso mi rispose. Era emozionato e amò la mia voce e la canzone! Wow, era davvero una bellissima mail e io ero ovviamente felicissima. Poi mi chiese di cantare altre canzoni dalla versione strumentale di Once che mi mandò alcune settimane dopo. Registrai quindi Nemo, Higher Than Hope, Wish I Had an Angel e feci anche un piccolo bonus, Kuolema Tekee Taiteilijan… Si devono essere fatti delle belle risate con il mio scarso finlandese!
Mandai il secondo demo e poi scrissi a Tuomas chiedendogli se l’avesse ricevuto. Disse di sì, mi ringraziò e mi disse che avevo svolto un buon lavoro ecc… Non volevo pressarlo, dato che mi disse già nella prima mail che volevano prendersela comoda, considerato anche poi la pressione da parte dei media ecc… Quindi lasciai perdere e aspettai. Poi a marzo annunciarono che volevano dei demo ecc… E io sentii di dover controllare con Tuomas se dovessi inviare altro, per cui gli scrissi una mail e ricevetti una sorprendente risposta dove diceva che ero una delle migliori candidate, ma anche che non avrei avuto il lavoro!!! Ero scioccata, non capivo niente e non diceva neanche perché… Quindi ho pensato fosse per la mia età o per il fatto che avessi un bambino…
Ma visto che sono molto testarda e sentivo che questo lavoro fosse per me, mandai una mail in estate chiedendo se potessi inviar loro un dvd live della mia band, gli Alyson Avenue e Tuomas disse di sì. Glielo inviai in agosto e ricevetti una mail da Ewo chiedendomi diverse domande, a cui risposi. Fui invitata a conoscere i ragazzi a settembre per provare alcune canzoni. Ci andai e provammo 5 o 6 canzoni. Il giorno successivo andai allo studio di Emppu per cantare alcuni nuovi pezzi per loro. Mi sentivo davvero bene e loro erano dei ragazzi davvero carini. Ho sentito immediatamente che volevo lavorare con loro, dato che erano così con i piedi per terra e avevano un ottimo senso dell’umorismo. Quando atterrai all’aeroporto di Kastrup quella sera ricevetti un sms da Ewo che diceva che ero piaciuta a tutti e mi avrebbero voluto vedere di nuovo alcuni mesi successivi. Ero così felice da aver pianto per tutto il tragitto verso casa.
Ricevetti alcune canzoni per fare pratica prima del prossimo incontro in studio e tornai ad ottobre. Prima andammo all’isola di Tuomas a Kitee e fu un onore per me essere invitata in un luogo così speciale per Tuomas. Dopo Kitee facemmo alcune foto di prova di me e Tuomas con una make up artist e un bravissimo fotografo. Poi andai in studio per registrare le canzoni che avevo preparato e poi tornai a casa dopo 6 giorni in Finlandia… Ricevetti una mail da Tuomas la sera stessa dicendo che avrebbero aspettato l’anno successivo prima di prendere una decisione. Aspettai e naturalmente ero molto nervosa, ma fui in contatto con i ragazzi ed Ewo per tutto il tempo ed erano tutti molto positivi, mi sentivo bene.
Poi il 30 gennaio Tuomas mi chiamò e mentre mi parlava di alcune cose mi disse: “Abbiamo deciso che ti daremo un bel po’ da fare per i prossimi anni… ahahah!” Lo disse talmente tranquillo che non riuscii ad urlare quindi cercai di stare calma ma per tutta la conversazione ebbi difficoltà ad ascoltare quello che diceva! Ci ho messo molte settimane per capire davvero che la mia lunga attesa (un anno e mezzo) fosse finita e avevo ottenuto il lavoro.


Anette registra quindi Dark Passion Play, album scritto interamente da Tuomas senza conoscere la cantante che avrebbe dato voce alla sua opera.

Nella sua biografia Marko racconta di come l’arrivo di Anette sia stato una ventata fresca per la band ma dopo qualche tempo, ci furono degli episodi importanti che potrebbero aver minato la stabilità di Anette e la sua fiducia nella band.

Durante un tour in Sud America, la band si trovò di fronte a una sorta di rappresaglia, era il 10 Novembre 2008 e la band si trovava a Belo Horizonte : i fans sotto al palco avevano portato cartelloni con scritte tipo “Bring Tarja Back” (Riprendete Tarja!) accompagnati da urli e cori. Era solo la punta dell’iceberg dell’odio di cui Anette fu bersaglio in quasi tutti i suoi anni di permanenza, online e non. E non era la prima volta che in Sud America i fans inneggiavano a Tarja. Anette era molto arrabbiata a riguardo e si sentiva molto sotto pressione. Inoltre, Anette ha ricordato in varie interviste come quasi odiasse andare in Sud America a suonare: “Era orrendo, i fans mi tiravano i capelli, mi toccavano la faccia e mi strattonavano, ho avuto vari attacchi di panico, mi sentivo in pericolo”

Ma questa data in Brasile fu la goccia che fece traboccare il vaso. Durante the Poet and the Pendulum, Anette non resse e lasciò il palco in lacrime, rifiutandosi di tornarvi. Marko cercò di convincerla a tornare ma non ci fu verso La band continuò a suonare, Marko prese il controllo delle vocals facendo While your lips are still red e una cover di Symphony of Destruction dei Megadeth, ma per ovvi motivi il concerto si chiuse prima del previsto. La band cercò di “scappare” in hotel, senza farsi intercettare dai fans, ma lì la cantante e la band litigarono: Anette si sentì molto offesa, non solo dall’osceno comportamento dei sudamericani, ma dicendo che si aspettava più supporto della band, e che secondo lei avrebbero tutti dovuto lasciare il palco come protesta dinnanzi alla maleducazione dei “fans”. Non avrebbero dovuto fare due pezzi in più, ma la band si giustificò dicendo che lo avevano fatto per “tenere calmi” i fans. Questo ricordo viene dalla biografia di Marko, che ammette di dover dare ragione ad Anette col senno di poi, ma che purtroppo all’epoca era ancora in un periodo nero di depressione e dipendenza dall’alcol
Possiamo vedere Marko con una bottiglia di vodka in mano, che cerca di spiegare ai fans che il concerto si doveva chiudere lì.

Gli anni passarono senza troppi intoppi, nonostante il fatto che Anette già nel 2009 assunse un manager personale. Cosa che, come abbiamo visto per Tarja, non fu una grande idea in termini di rapporti interpersonali.
Anette dovette anche aprirsi una società per gestire gli introiti. La band ha già una compagnia (Scene Nation) e Anette avrebbe preferito diventarne semplicemente dipendente. La band si oppose quindi Anette dovette aprirsi una compagnia svedese (Momma Anka AB) per ottenere i salari e pagare le tasse. Anette dice di aver perso circa 73 mila euro nel 2010, mentre nello stesso periodo la Scene Nation chiudeva l’anno fiscale con 350 mila euro in tasca.

I concerti e le royalties veniva divisi equamente ma tutti gli altri introiti andavano ai ragazzi e basta. Gestire da sola una compagnia è difficile in Svezia, ho dovuto chiedere un prestito ai ragazzi per iniziare

Anette rivelò anni dopo che ci sono stati degli screzi con la band e secondo lei spesso le differenze culturali furono importanti: spiega infatti che da svedese per lei era importante comunicare tutti i problemi, come se fossero una compagnia, facendo riunioni. Il resto della band non era della stessa idea e preferiva sbrigare le questioni via mail o per iscritto. L’ultima parola però era sempre di Tuomas.

Potevo dire che non volevo andare in un posto, è vero, ma alla fine l’ultima decisione era di Tuomas. Se decideva di voler suonare in Africa, si andava tutti in Africa.

Fin a questo punto la situazione pare relativamente tranquilla e stabile. Ma tutto crolla come un castello di carta nel 2012

Anette rimase incinta all’inizio del 2012, e la band le propose di prendersi un periodo di maternità, sostituendola temporaneamente con Floor Jansen per poter effettuare il tour in Australia, quando Anette sarebbe stata troppo in là con la gravidanza.

Ecco come ha commentato la cosa anni dopo Anette:

Non so di preciso perché io sia stata licenziata, perché di preciso non so come sono state gestite le cose alle mie spalle. Penso ci siano state cose che non sapevo, ed era ovvio che avevano dei piani in mente nel momento in cui annunciai la mia gravidanza. Penso avessero dei dubbi sul fatto che ero incinta già durante i tour estivi, quindi si siano fatti un piano B. Abbiamo avuto delle discussioni durante il tour US su come finire il resto del tour e in un certo senso abbiamo litigato. Non volevo assolutamente una sostituta a cantare al posto, volevo fare tutti gli show in Sud America. Ma sarei stata “troppo incinta” per il tour australiano, quindi volevo fortemente spostarlo. Tuomas si oppose e propose quindi una sostituta. Inizialmente ero titubante ma quando la band propose Floor Jansen, il mio fu un no secco. Non era una buona idea perché sapevo cosa sarebbe successo, sapevo che i fan avrebbero amato Floor perché è una cantante metal e io sono una cantante pop, e ovviamente volevo mantenere il lavoro. Non potevo proprio fare il tour australiano, penso sia stato in quel momento che hanno iniziato a pensare di prendere una nuova cantante. Abbiamo litigato a riguardo e mi sono ammalata, e poi beh… non sono sicura che fu programmata la cosa. Negarono sul fatto che il motivo del licenziamento era la mia gravidanza, ma non penso che tutto ciò sarebbe successo se non fossi stata incinta. Si è vero, avevamo idee discordanti su alcune cose, sulla durata del tour e le date, ma non era così negativa la questione: se non volevo una cosa e loro sì, si votava e vinceva la maggioranza. In tour mi portavo dietro mio figlio di tre anni quindi dovevamo risolvere molte questioni circa il tour. Non dico che la la gravidanza sia stata la causa assoluta del mio licenziamento, loro negano ma secondo me fu un grosso problema per loro.
Se fossi stata Tarja, non mi sarei preoccupata di avere Floor come sostituta, perché avrei saputo che i fans mi avrebbero aspettato. Ma i fans mi hanno sempre mostrato cartelli tipo “Vogliamo Tarja!”
Ma io sono Anette, e per anni ho ricevuto odio per la mia voce e la mia persona, da che mi sono unita ai NW. Mi ricordo benissimo di aver pensato: “ok se accetto Floor come sostituta, dovrò ricominciare da capo appena torno nella band? Sicuramente”

Sapevo che dovevamo andare in tour e io ero incinta, quindi in un certo senso era colpa mia. Ma volevo spostare solo una piccola parte del tour e non capivo perché volevano a tutti i costi una sostituta. Forse già sapevano che volevano cambiare cantante di nuovo ma non volevano dirlo onestamente. Quando dissi “no” a Floor come sostituta, potevo sentire la loro frustrazione e forse la mia malattia fu per loro la via di fuga

Il 28 Settembre 2012 infatti era in programma un concert a Denver per l’Imaginaerum Tour. Anette tuttavia si sentì poco bene e fu portata in ospedale. Per non cancellare lo show, Tuomas e Troy annunciarono sul palco che saranno le coriste dei Kamelot (in tour come supporto) ad occuparsi delle parti vocali. Nello specifico le coriste erano Elize Ryd (Amaranthe) e Alissa White-Gluz degli Agonist (ora Arch Enemy), che avevano preso parte all’ultimo disco dei Kamelot.
Nonostante qualche difficoltà, le ragazze gestiscono il concerto.

Anette specifica con rammarico come nessuno della band sia mai stato a trovarla nei giorni in cui era in ricoverata in ospedale.

Il giorno seguente Anette scrive così sul blog:

Mi dispiace tantissimo di non essere stata sul palco a Denver. La notte prima sono stata molto male e la mattina dopo sono andata al pronto soccorso. Dopo 5 ore mi hanno rilasciata con degli antidolorifici , pensando che avessi un calcolo renale. Sfortunatamente alle 7 di sera sono stata ancora male e vomitato parecchio, con la febbre alta. Di nuovo all’ospedale, mi hanno consigliato di cancellare il concerto. Sono stata là tutta la notte, disidrata con quasi due litri di liquidi in endovena. Mi hanno fatto le analisi del sangue, ultrasuoni ai reni e una lastra. Non si è capito perchè stavo cosi male ma forse il mal di stomaco è legato allo stress e all’influenza. Tuttavia con la lastra mi hanno trovato qualcosa di cui devo essere davvero grata : ho una grossa ciste e la farò controllare appena posso a casa. Mi sento meglio ma ho ancora la febbre e mal di gola ma spero di essere sul palco sta sera, magari riducendo la scaletta.”

Giorni dopo commenta così:

A volte ci si ammala e i concerti vengono cancellati. Rihanna non avrebbe chiesto a Britney Spears di cantare per lei se era ammalata. Non mi hanno mai chiesto se per me andava bene sostituirmi con Elize e Alissa nello show di ieri sera. Non penso sia stata una buona scelta e mi dispiace per quelli che sono venuti a vedere tutta la band ma hanno  visto qualcosa di differente. Purtroppo ero molto malata e la scelta non è stata mia. Stasera darò del mio meglio nonostante la malattia

Il giorno dopo, l’1 Ottobre la band diffonde il seguente messaggio.

Un altro capitolo della storia dei NW è finito oggi. La band e Anette hanno deciso di continuare su strade diverse, di comune accordo, per il bene di entrambi le parti.
Negli ultimi tempi è diventato sempre più’ ovvio che la direzione e i bisogni della band erano in conflitto con quelli di Anette. E questo è arrivato a un punto di non ritorno. Non abbiamo alcuna intenzione di cancellare i prossimi show, quindi abbiamo deciso di prendere una nuova sostituta a partire dalla data di Seattle, di oggi. E’ Floor Jansen, è olandese e ha suonato negli After Forever e nei ReVamp. Ha gentilmente concesso di aiutarci per finire il tour. Siamo molto impegnati in questo viaggio e siamo sicuri che questo porterà a un futuro più luminoso per tutti. Rimaniamo eccitati per le avventure che ci attendono e siamo orgogliosi dei due bellissimi album e concerti che abbiamo condiviso.

Il commento sul blog personale di Anette fu il seguente

Cari lettori con questo dico addio a voi e a questo blog, che era per me, cantante dei NW un modo per stare in contatto con voi. Questo capitolo si è chiuso e non mi serve più’ questo spazio. Da oggi lo chiudo. Vorrei ringraziarvi per avermi letto per anni, supportata e vi auguro una vita felice e sana. Siate gentili con gli altri!  Con tanto amore, Anette Olzon, anzi da oggi solo Anette Olsson

Il 2 ottobre Anette posta questo sul blog, ancora aperto

Volevo solo ringraziare tutti voi,bellissime persone, che mi avete scritto. Siete stati gentilissimi con le vostre calde parole. Ho pianto leggendole e credetemi, tornerò ma ho bisogno di un po’ di tempo prima di decidere come e dove posterò i miei post del blog. Non so se sarà questo o un blog nuovo ma non vi lascerò, prometto. Mi sono intristita quando in tanti avete detto che vi sarebbe dispiaciuto se avessi chiuso il blog, quindi ci penserò. Credetemi, vi voglio bene e non pensate che non mi preoccupo per voi, perchè lo faccio! 

Il 3 Ottobre la band è ancora immersa in un silenzio tombale, mentre il tour continua. Floor rilascia un’intervista per un’emittente radio in cui spiega che doveva subentrare ad Anette a partire da Novembre-Dicembre ma ha ricevuto un messaggio urgente per raggiungere la band negli USA il prima possibile. Ammette anche che parteciperà alla Premiere-Concerto di Imaginaerum.

La band conclude il tour Americano, continuando a non commentare i fatti. Anzi Tuomas conferma che non terranno alcuna intervista e Jukka dice che sono troppo concentrati sul tour per fare comunicazioni ufficiali e che comunque quella data il 1′ Ottobre è più che sufficiente.

Fino però al Dicembre 2013, quando Anette rilascia un’intervista e la band scrive un post per confutare le teorie della ex cantante. Il post viene successivamente eliminato

Benvenuti a “laviamo i panni sporchi
L’intervista della nostra ex cantante per MeNaiset è piena di cose denigratorie e verità distorte. Sembra quasi un “donna vs uomini cavernicoli” ed è facile prendere il sopravvento della questione grazie ai nostri trascorsi coi media. Anette non è stata licenziata per motivi di salute o per via della sua gravidanza. Abbiamo scoperto che la sua personalità non era più adatta alla nostra comunità lavorativa, anzi ci remava contro!
Ma vogliamo subito chiarire un po’ di cose:
-è vero che Anette ha detto in anticipo a Tuomas che era incinta. Lo ha saputo tutta la band a Montreal e tutti erano felici. Anette stessa si è offerta di aiutarci a trovare una sostituta perché non sarebbe stata in grado di adempiere ad alcuni doveri contrattuali. Ha poi cambiato idea. e qui sono iniziate le difficoltà. I motivi sono ovvi. La paura di perdere il posto e i soldi.

-non è vero che la band decideva tutto per lei. Nemmeno Tuomas può da solo decidere dove andare e cosa fare. Ci sono state discussioni all’interno della band e della crew circa possibili show, dischi etc, e tutti i desideri della band sono stati considerati. Tutto è stato negoziato con Anette e il suo manager, abbiamo le mail.
Sappiamo che andare in tour è difficile ed è giusto renderlo sopportabile a livello umano. Su queste discussione abbiamo fatto scelte: Anette era liebra di organizzarsi interviste e meeting con i fans. Lei e la sua famiglia avevano un tour bus personale, e un autista personale in Europa e America. Le spese erano pagate dalla compagnia, non da Anette e della sua compagnia personale. Nessun altro della band aveva questi benefit.
-è vero che gli altri introiti andavano gli uomini. Anette e la sua compagnia venivano pagati un quinto di tutto quello che veniva fatto con lei. Non c’è motivo di mentire, perché la torta aveva fette per tutti. Le finanze della bene sono sempre state gestite equamente e onestamente. I libri contabili sono disponibili. Come i membri spendono i soldi, è affar loro
Non vogliamo aggiungere altro. Lavare i panni sporchi è stancante. Ricordatevi di aiutare le vostre donne a fare il bucato ogni tanto.
-firmato: gli uomini dei Nightwish

Anette specificherà che avrebbe spesso voluto chiamare Tuomas per parlare della situazione perché per lei tante cose rimasero aperte, così come Anette ha detto in varie interviste che le piacerebbe chiacchierare con Tarja per confrontarsi e vedere se anche lei ha subito lo stesso “ingiusto” trattamento

Finito il silenzio stampa, Tuomas rivela in un’intervista che il loro piano era quello di includere anche Anette nel dvd live Showtime, Storytime e la produzione era già all’80% quando Anette e il suo management richiesero che la cantante non apparisse mai.

Non penso che avrebbero fatto un buon documentario, cioè, che cosa potrebbero mai dire su di me? Volevano fare un documentario come quello con Tarja per farmi apparire come la stronza di turno? perché è una cosa che han già fatto… Sono sempre stata riluttante su questa cosa e ovviamente dopo essere stata licenziata così, non volevo apparire nel loro DVD col rischio di apparire come non sono. E poi non voglio essere paragonata a Floor, mai e poi mai.

Nonostante il burrascoso licenziamento, Anette negli anni ha ammesso che la sua permanenza nei NW è stata positiva

Da quando sono entrata nella band sono cambiata molto, mia madre dice che sono una persona diversa. Quando entrai nella band ero praticamente come una ragazzina che voleva diventare una cantante professionista, e pensavo che sarebbe stato divertente e glorioso. Anche mia madre è una cantante, conosce il business e sa che non è sempre così. Dice che ora sono più saggia e ho più esperienza, non tollererò altri trattamenti di merda. Dice che grazie a questa esperienza con i NW ora ho la pelle più dura
Sono certamente cresciuta a livello vocale, imparando a usare la mia voce in modo diverso. Ho sempre cantato in maniera “emotiva” prima dei NW ed ero impaurita all’idea di usare la mia voce più dolce perché ho sempre cantato con la mia voce più potente. In studio per esempio riuscivo a fare la parte finale di TPAPT e ci ho provato varie volte live. Ma era un problema di confidenza: fisicamente potevo farlo, mentalmente non ero pronta. Tuomas insisteva molto a riguardo perché sapeva che ce la potevo fare ma ero sempre convinta che non ne ero in grado invece. Mi spronava molto. Per esempio, durante la registrazione di Imaginaerum, ricordo che lasciai Tuomas di stucco per quanto riguarda Scaretale: non sapeva che cosa avevo in mente di fare, per il verso “burning farms and squeling pigs” e amai registrare quel disco perché fu come una sorta di musical, io amo le cose teatrali e ho sempre voluto recitare in un musical. Imaginaerum fu perfetto per me perché potevo cantare e recitare cantando: potevo essere una jazzista e una strega…potevo fare ogni ruolo e quello “squeling pigs” fu uno dei nostri momenti preferiti

Marko cita comunque nella sua biografia come fosse molto pesante per Anette andare in tour e Anette stessa lo ha confermato

Sono triste di non essere più la cantante dei NW è vero, perché mi sono divertita, ma di sicuro non mi mancheranno i tour. Era molto stressante per me andare in tour perché non ero mai a casa. Stavo via per quasi 6 settimane e poi a casa due settimane massimo, non facevo in tempo a disfare la valigia che dovevo ripartire, non era uno stile di vita che avrei tollerato a lungo. Ora sto bene con un lavoro normale e la musica di lato.

Ero molto stressata in tour, ma non volevo far pesare la cosa alla band. So che sapevano che mi stava distruggendo andare in tour ma non hanno mai fatto nulla per venirmi incontro o aiutarmi


C’è infine un discorso che spesso ricorre tra i fans in relazione alle ex- cantanti della band. Tarja è sempre stata solita cantare canzoni della band durante i suoi tour solisti. Alcuni pensano che sia sbagliato, altri saltano sul carrozzone della memoria e si emozionano a sentirla cantare i vecchi pezzi della band. Anette ha avuto per anni una posizione più dura a riguardo.

Non voglio assolutamente fare live pezzi della band. Assolutamente no. Mi hanno chiesto di fare un tour natalizio in cui avrei dovuto fare delle canzoni della band e ho rifiutato. Ci sono un sacco di motivi. Innanzitutto, so benissimo che a Tuomas non piace che Tarja fa i pezzi della band live, perché “sono le sue canzoni”, quindi rispetto Tuomas e non farò questo errore. E poi non voglio essere “la ex cantante dei NW” per tutta la vita. Ne hanno una nuova. Sarebbe diverso se avessi scritto quei pezzi, ma non è stato così quindi non ne ho il diritto di farle live.

Anette ha rilasciato qualche cover a cappella di alcuni pezzi della band, registrati a casa sua

In un’intervista in occasione dell’uscita del suo disco solista, Shine, Anette disse che non avrebbe mai fatto un tour con Tarja, non perché non le piaccia la cantante, ma perché i loro stili sono molto diversi. Le due cantanti si sono però scambiate nel 2013 apprezzamenti:

Sto ascoltando un grande album insieme al mio caffè mattutino e l’album è …Il nuovo album di Tarja “Colours in the dark”. Posso dirvi che se vi piace Tarja, andate a comprare quest’album il 30 agosto. È davvero il suo album migliore, anche se mi piacciono tutti, ma lei ha davvero trovato il suo stile e quest’album è davvero grandioso! In particolare mi piacciono i bellissimi cori e la sua voce è semplicemente perfetta in tutte le canzoni e il sound della chitarra è fantastico!

Tarja ha così commentato a sua volta

Un gesto davvero carino e gentile da parte di Anette, che ha passato un brutto momento a causa mia… Senza che io avessi qualcosa a che fare con ciò 😉 Anette, grazie per aver ascoltato il mio nuovo album e sono molto contenta che ti sia piaciuto! Ti auguro il meglio per il tuo futuro!

Anette su Instagram

GRAZIE, cara Tarja per queste parole che mi scaldano il cuore e mi dimostrano che persona splendida tu sia e spero ci incontreremo presto dal vivo 😉 Auguro tanta fortuna a te e al tuo bellissimo album! Hai svolto un lavoro fantastico!

Agosto 2006 in poi

Anette si candida

Anette manda i suoi demo a Tuomas, va in Finlandia per incontrare la band

Agosto 2006 in poi
Marzo 2007

“Cerchiamo cantanti!”

La band pubblica sul sito un annuncio per ricevere demo di candidate alla posizione “Cantante dei NW”

Marzo 2007
25 Maggio 2007

La cantante è….

Anette viene annunciata come cantante della band

25 Maggio 2007
28 Settembre 2012

Anette sta male

Anette non riesce a presentarsi sul palco di Denver, è ricoverata in ospedale. La band non cancella la data e sul palco troviamo Alissa e Elize dei Kamelot. Anette critica duramente la non cancellazione

28 Settembre 2012
1 Ottobre 2012

End of an another Era

La band annuncia su Facebook che Anette non è più la cantante della band. Viene contestualmente annunciata Floor Jansen come sostituta per finire il tour.

1 Ottobre 2012