Recensione: Vehicle of Spirit

Grazie a Nuclear Blast, abbiamo avuto modo di vedere il DVD Vehicle of Spirit in anteprima. Ecco la recensione a cura di Mattia

nightwish-vehicle-of-spirit_earbookcover

Quando c’è da fare le cose in grande, i Nightwish sono sempre in prima linea.

Dopo un Endless Forms Most Beautiful World Tour estenuante, con ben tre date in Italia, i nostri cantastorie del symphonic metal sfornano un gioiellino in ricordo di questo viaggio che racchiude la loro ultima era.

 

Vehicle of Spirit è il titolo del nuovo live DVD e raramente si è al cospetto di un’opera così ricca. Purtroppo ancora nessuna orchestra dal vivo, ma ben due spettacoli di produzione eccellente e del materiale bonus invidiabile.

Il primo DVD comprende l’unico concerto svolto in terra anglosassone, registrato nella celeberrima arena di Wembley.

SONY DSC

Un evento speciale, con scenografie elaborate ed pyros oltre misura.

La setlist rimane pressoché invariata in confronto agli altri live, e comprende pezzi storici come Stargazers e Nemo, ma include brani più rari come While Your Lips Are Still Red, 7 Days to the Wolves e la splendida The Poet And The Pendulum.

Inoltre all’evento era presente anche Richard Dawkins, che è anche salito sul palco per esibirsi con la band. SONY DSC

Il secondo disco riguarda invece uno dei più grandi live registrati in Finlandia, in particolare a Tampere. La band ha dichiarato che questo, insieme a Wembley, è stata una delle migliori e più grandi produzioni mai avute.

Ciò che attira lo sguardo dello spettatore è la lunga passerella sul palco, che permette a Floor di avvicinarsi sempre più al pubblico.

SONY DSC

 

Tra i pezzi che vale la pena rivedere all’infinito troviamo Amaranth, The Islander (dove Marco conferma il suo talento e il suo ottimo rapporto col pubblico) ed Endless Forms Most Beautiful, purtroppo eseguita troppo poco durante il tour.

Il materiale bonus riguarda alcune performance registrate un po’ in tutto il mondo, Vancouver, Buenos Aires, Sydney e Joensuu.

SONY DSC

Oltre a queste esibizioni, è possibile trovare un’eccellente versione acustica di Edema Ruh, registrata durante la crociera prima del tour.

In aggiunta troviamo Last Ride of the Day, registrata al Rock in Rio con la partecipazione speciale di Tony Kakko dei Sonata Arctica, amico storico della band.

A conclusione del cofanetto c’è un’interessante intervista con Richard Dawkins, dove racconta come dalla sua scrivania si è ritrovato davanti al pubblico di Wembley.

SONY DSC

Possiamo quindi dire che Vehicle of Spirit è un’opera perfetta che riassume l’Endless Forms Most Beautiful World Tour, dalla sua struttura ai momenti più emozionanti dello spettacolo. Due spettacoli che diventano un bel ricordo per coloro che l’hanno vissuto dal vivo e un incentivo per assistere ad un concerto del gruppo finlandese per chi non ha ancora potuto.

SONY DSC

 

Grazie a Pamela per aver reso possibile questa recensione e la nostra intervista a Floor. Foto: Nuclear Blast.