Intervista a Floor per DPRP

Poco prima dell’uscita di Vehicle of Spirit, Floor ha rilasciato molte interviste (qui la nostra). Eccone una pubblicata ieri, da DPRP, una webzine olandese che ha avuto modo di fare una lunga e intima chiacchierata con la nostra cantante. Floor si è sbilanciata molto sui temi privati quali famiglia e gravidanza. Ecco i punti principali:

  • ‘’Ho conosciuto Hannes quando eravamo negli Stati Uniti, e i Revamp facevano da supporter al tour degli Iced Earth e dei Sabaton. Abbiamo fatto solo questo tour assieme, ma io e Hannes andavamo d’accordo, c’è stato un ‘click’ e siamo diventati una coppia!’’
  • Al momento dell’intervista Floor era incinta di 8 mesi: Hai fatto qualche show quando eri già gravida, non avevi paura?
    ‘’No in realtà, non  ho mai considerato la gravidanza come un handicap, ma ovviamente è stata dura perché ero sempre stanca. Ho lavorato tanto durante i primi mesi di gravidanza, come fanno tutte, quindi non c’è nulla di speciale. Però devo ammettere che gli ultimi show in Asia sono stati faticosi, i viaggi e il jet lag non sono il massimo. Del resto lavoro circa 2 ore al giorno, non posso lamentarmi. Si occupa di tutto il management. Non sapevo che durante i primi mesi di gravidanza è tutto così stancante, e i cambi ormonali sono enormi. Ma ho imparato a gestire la cosa. Per ora ho avuto una gravidanza splendida, non ho avuto nausea, problemi circolatori o ormonali. È stato facile fino ad ora!
  • ”Abbiamo deciso deliberatamente di diventare una famiglia e non avevamo molta scelta. Se avessimo aspettato la fine del tour sarei rimasta incinta durante le preparazioni del prossimo disco e sarebbe stato più difficile. Ora ci siamo tutti presi un anno sabbatico ed è più facile prendermi cura del bambino o della bambina, godendomi il primo anno e mezzo senza pressioni. Non sono l’unica madre nel mondo della musica, quindi troveremo un modo per organizzarci’’
  • ”Volevo dire alla band che ero incinta dopo le prime 12 settimane, ma sai ci conosciamo bene, e passiamo tanto tempo assieme, è stato difficile nascondere un segreto così *mostra la pancia*  Penso che i ragazzi si siano accorti che quando ho smesso di prendere la pillola ho iniziato a comportami diversamente, ero più emotiva in un certo senso. Ho anche smesso di bere vivo e allora hanno capito. All’inizio ho cercato di confonderli bevendo birra analcolica, ma dopo pochi giorni non ci credevano piu (ride)”
  • ‘’Il mio FB dice che vivo in Finlandia ma di solito non lo aggiorno tanto, preferisco tenere i fatti personali lontano dai social. Vivevamo a poche ore da Kitee prima, era un posto bellissimo ma era scomodo perché ci voleva un po’ ad arrivare a Helsinki, per prendere qualsiasi volo. Ora vivo vicino a Göteborg, ed è molto più comodo’’
  • ’Io e Hannes intendiamo organizzare la nostra vita con la bambina e la musica. Abbiamo considerato ogni opzione ei ragazzi delle band hanno saputo con largo anticipo. Ci saranno delle conseguenze ovviamente, ma i tour si organizzano e troveremo un modo di badare alla piccola’’
  • ‘’Ho smesso di insegnare quando vivevo ancora in Olanda. Ora non ho tempo, ora faccio solo dei workshop che sono divertenti, ma per ora è tutto sospeso’’
  • ‘’Vivevo vicina a Jukka quindi ci teniamo spesso in contatto. Sta benone, la sua insonnia era legata ai tour, quindi ora come ora dorme alla grande. Rimane l’enigma: se torna nella band, ricade nella spirale dell’insonnia? In ogni caso si tiene occupato, gestisce EMP Finlandia e tutto il business dei NW’’
  • ‘’Ho conosciuto la band anni fa quando gli After Forever erano i loro supporter. Avevamo un unico tour bus e anche se  a volte stavamo tra di noi parlando in olandese, abbiamo avuto tanti momenti assieme. Ci siamo conosciuti e abbiamo passato del tempo assieme, non c’è stato un ‘’click’’ per tutti. All’epoca avevano dei problemi con la loro cantante. Era il 2002, e gli After Forever si sono sciolti 7 anni dopo. Ci siamo incontrati a qualche festival e li ho sempre visti volentieri in Olanda, mi hanno sempre fatta sentire un’amica.  Non abbiamo avuto rapporti fino al Settembre 2012, quando mi han chiesto di sostituire Anette’’
  • ‘’Troy è un personaggio, ha iniziato nella band come ospite ma è diventato molto amico di Tuomas perché hanno molti interessi comuni. Il ruolo di Troy per il prossimo disco sarà molto importante, così come per i prossimi show. ‘’
  • ‘’Sono madrelingua neerlandese, ma parlo ovviamente inglese, un po’ di tedesco e di francese. Ho studiato finnico ma è molto difficile, e ho dovuto imparare lo svedese perché vivo qua ora. Abbiamo deciso di cresce la bambina bilingue, svedese e neerlandese’’
  • ‘’Sono una compositrice ma non intendo contribuire per i prossimi dischi. Ci pensa Tuomas, noi collaboriamo, Marco di più. Ma non potrei avere spazio con un genio musicale come Tuomas. Io uso il talento dando una rifinita ‘vocale’ a quello che ha scritto lui, sono libera di interpretare vocalmente i pezzi ma non voglio comporre. Di sicuro se ho un’idea Tuomas l’ascolta perché è di larghe vedute. Ma non credo che la democrazia funzioni in una band, ci deve essere qualcuno che prende le decisioni finali e da noi è Tuomas. Ci manda i demo e io li canto. Scelgo io se farli urlando, in stile opera, dolcemente etc.”
  • ‘’Dopo vent’anni di band non penso che il nostro goal sarà ‘fare di più’- Vogliamo mantenere questo livello di composizione che è molto alto, e trovare nuovi concetti. Vorremmo mantenere questi standard molto alti, scrivere la nostra musica liberamente e ottenere responsi positivi dai fans. Ci ritroveremo a inizio 2018 e vedremo il da farsi…’’

Potete leggere l’intervista completa qui

Grazie a Valentina per la segnalazione. Traduzione di Nightwishers, non riprodurre senza citare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *