Floor parla con Uber Rock del suo ingresso nella band

Sono passati più di tre anni da quando Floor è stata presa come membro della band, ma la nostra olandese non smette mai di condividere entusiasta i dettagli di quei momenti concitati in cui fu scelta ‘al volto’ per sostituire Anette.
In una recente intervista, la vocalist è infatti tornata a parlare della ‘proposta’:

Nell’ottobre 2012, di fronte alla tragica ipotesi di annullare un tour americano, la band è riuscita a persuadere Floor e farla salire a bordo di un aereo per raggiungerli, imparare la scaletta in 48 ore e fare il suo debutto on stage a Seattle. Floor non aveva nemmeno sentito Imaginaerum….

 

In realtà Floor era già stata contatta prima di questo frenetico viaggio transatlantico: per evitare di cancellare il tour di cui sopra, visto che Anette era incinta e malata. Ma anche Floor non era propriamente al top delle forze. Dopo tour massivi di After Forever e ReVamp, Floor ebbe un vero e proprio ‘burn out’, rimase confinata in casa per quasi un anno. E poi dal nulla è salita su un aereo per l’America.

”Ero davvero al collasso, penso che sarebbe stato una cosa da un mese o due ma è durato un anno e mezzo. Ero a casa pensando che tutto sarebbe finito. Mi sentivo sempre sul punto di crollare. Era una merda ma ho imparato tanto da quel periodo perché ora lavoro molto più sodo. Ho avuto un aiuto professionale, imparando come cambiare le mie abitudini. Guarire non è una cosa rapida, ma fortunatamente ci sono riuscita prima di entrare nei NW, non c’è stato tempo in mezzo…”

 

Quando Floor ricevette la chiamata di Toni (secondo manager della band, ndr), era al matrimonio della sorella Irene. Conosceva i NW ovviamente, perché vi aveva anche fatto un tour di supporto con gli After Forever, ma si trattava di dieci anni prima. Ricevere chiamate dal management della band non era all’ordine del giorno. Uscita dalla chiesa Floor si trovò varie chiamate perse, dall’aiutate di Ewo.

”Pensavo fosse strano e non capivo il motivo delle chiamate. Ho spiegato dove fosse e ho chiesto di aspettare il giorno seguente., Toni acconsentì ma poco dopo mi mando un SMS dicendo: ‘Volevo solo chiederti se potresti cantare con i NW nel tour US e Australiano perché Anette è incinta e non può portarlo a termine”. Anette voleva cancellare quelle date, ma non si può pensare di cancellare un tour intero, quindi la band voleva prendermi come rimpiazzo temporaneo e finire il tour programmato”

 

 

 

Poco dopo però la relazione con Anette giunse al capolinea e Floor fu richiamata.

”Senti puoi venire subito??” mi chiesero, e quindi sono andata in America. Non ho avuto tempo di prepararmi. Da un lato è stato meglio così perché non ho avuto tempo per preoccuparmi o andare nel panico”

 

L’aria era molto tesa al suo arrivo, ma la band e il management hanno fatto il loro meglio per farla sentire a suo agio. Ovviamente il terrore c’era

 

”è stato terrificante, non ero sicura di me dopo il burn out, ma conoscevo la band da anni e sentirmi la persona che era lì per salvare la situazione mi ha dato una grande motivazione. Ho cercato di non calcolarli e concentrarmi su quello che stavo facendo. Sapevo bene le vecchie canzoni ma è stata una grandissima sfida”

 

Anche Tuomas ricorda quei momenti:

Avevo in mente solo il suo nome. Non c’era altra scelta. Quando abbiamo fatto il primo soundcheck assieme, a Seattle, ho avuto conferma della nostra scelta. Se era già così brava, chissà come sarebbe diventata dopo mesi…. era sicura di sè ma nervosa. Quella sera offrimmo il rimborso per i biglietti del concerto, ma su tutto il palazzetto solo 7 persone si fecero ridare i soldi…

 

 

Il resto dell’intevista verte sul futuro della band: trovate l’articolo qui
Intervista completa: Uber Rock
T
raduzione a cura di Nightwishers, foto anteprima Silvia Bavaglia per Nightwishers. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *