AskNW2016: Le risposte di Floor

Continuano le risposte della band per l’Ask NW 2016 sul forum ufficiale
è il turno della nostra Floor

1. Quando fai headbanging ti senti un po’ ‘’rintronata’’ dopo? Se sì, ha qualche effetto sul cantato?

Cantare è la cosa più importante per me, muoversi un po’ è importante durante lo show ma non deve interferire con il canto. Dopo l’headbang non mi sento stordita, ma quando fa davvero caldo mi sento la testa leggera tipo quando ti alzi troppo velocemente. E’ importante tenere il respiro sotto controllo, qualsiasi cosa faccio, quindi anche con l’headbanging.

2. Vorrei sapere se è stato difficile iniziare a cantare. Deve essere difficile essere lo strumento di sé stessi. Hai consigli per i cantati neofiti?
Perché iniziare a cantare dovrebbe essere difficile? Ci può essere qualcosa di più se si incrocia con ambizioni (e aspettative). Ma che ne è di cantare e basta? È quel che ho fatto io. Mi iaceeva farlo e volevo farlo spesso. Dopo ho imparato che volevo di più e che se sei bravo abbastanza puoi andare al conservatorio e dedicarci la vita Ero molto giovane e non potevo fare altro che seguire il cuore. Ho fatto semplicemente così. Iniziare a cantare non è mai difficile. Le aspettative che tu e quelli che ti stanno vicino hanno verso il tuo cantare possono essere forti, questo è vero. Ma penso che cantare debba essere divertente, al di là di ambizioni e talento: prima di tutto, divertirsi!

3. Ho visto i tuoi vlog di quando ti sei trasferita in Finlandia e i progressi col finlandese. Sono a mia volta olandese e vorrei studiare finnico, hai qualche consiglio?

Il finnico è una delle lingue più difficili al mondo. Suona drammatico ma è vero. Non prendi una parola qua e la impari al volo, o ti scarichi un app sul telefono e fai progressi oltre a dire ‘kiitos’. Non è come le altre lingue che potresti già conoscere e il finnico ‘letterario’, quello ufficiale, è usato solo in contesti ufficiali e nei giornali. La differenza con il finlandese colloquiale… e non parlo nemmeno di quanti dialetti ci siano, che ti fanno dubitare tu abbia capito qualcosa o meno. Di sicuro non è impossibile da imparare, ma penso (mia opinione, non fatto) che lo farai solo quando ti trasferirai in Finlandia e potrai vivere la lingua 24 al giorno ogni giorno.

Mi sono trasferita e ho iniziato bene, all’inizio è un po’ frustrante saper parlare come un bambino dopo quasi due anni di studio (non vivendo in Finlandia…)

Poi però ho conosciuto il mio partner che è svedese ed è difficile studiare una lingua se non la parli e ancoradi più se un’altra lingua si mette in mezzo! Per me le cose sono cambiate, ma se hai un sogno: vai in Finlandia! Incontra la gente, la cultura, la lingua, vivi lì. Io l’ho amato, è un grand cambiamento vivere in un paese diverso dal tuo ma per me è stato illuminante e una delle cose migliori che potessi mai fare. Vivo in Svezia ora perché non potrei mai lasciare il ‘nord’, è stato amore a prima vista.

4. Ti piace la mitologia di altre culture? Se sì, ci sono culture che preferisci?

Ultimamente mi sono interessata di mitologia nordica. Ci sono storie bellissime di come è nata la terra, quale Dio ha fatto la tal cose etc, sempre con sentimenti umani e battaglie quotidiane. Come gli dei di tutte le mitologie. Mi chiedo sempre chi abbia deciso che determinati libri siano mitologie (non sono vere, sono miti!) e altri verità (bibbia, corano etc). Per me sono tutte storie con lezioni su ciòcheè giusto e ciò che è sbagliato. Amo perdermi in storie fantasy e miti, danno una conoscenza maggiore dei paese da cui provengono, qualcosa che apprezzo molto.

5. Il fandocumentary ha cambiato le tue visioni sul tuo posto nel mondo e il tuo imput sociale?

Non ha cambiato le mie visione ma forse ha chiarificato alcuni punto. Il mio posto nel mondo è visto in maniera diversa da tutti, l’amore per la band è sentito in maniera diversa. Il mio input è sentito il maniera diversa da tutto. È semplicemente stato reso chiaro e penso sia bellissimo. Io posso essere solo me stessa, il resto è negli occhi di chi vede.

6. Qual è la tua estensione vocale?

Quando ho iniziato avevo 3 ottave , le note basse erano il mio problema. Il limite apparentemente era il cielo quindi ho sperimentato con note alte, più alte, altissime e forti, fortissime. Cantare in stili diversi e con diverse dinamiche non mi è mai successo finché non ho iniziato a studiare e a esplorare il mio sound. Prendere le note basse? Perché? Finchè non ho trovato i miei bassi e i registri più soft, ho imparato a giocarci. E cantare con un po’ di growl? No, non ho idea di come si faccia e non mi viene naturale. Poi ho iniziato a farlo con gli After Forever live, non avevo idea di cosa fosse e non lo sapevo fare fuori dal palco. Ho poi trovato il metodo della danese Catherine Sadolin, chiamato ‘Tecnica vocale completa’, dopo che mi sono diplomata. Il primo metodo vocale che avesse senso per me…. E include spiegazioni, esercizi per questi cantati distorti e growl (anche altri effetti, e tutto ciò che la voce umana può produrre). Amo le tecniche vocali, sono abbastanza nerd quando si tratta di queste cose e quando c’è da provare qualcosa di nuovo. Ho iniziato a provare e ora ho trovato la chiave delle mie corde vocali. Qual è il mio range vocale ora? 4 ottave. Dice qualcosa sulla mia voce? No. Non è un’etichetta di qualità!

7. Di sicuro ricevi tanti regali dai fans da tutto il mondo, che tipo di regali ti fanno, qual è stato il più strano e quale il più bello?
Sì riceviamo tanti bei regali, tutti hanno un tocco personale, vengono dal paese in cui ci troviamo o sono fatti a mano. Questo rende ogni regalo speciale e non posso favorirne uno a discapito di un altro. Alcune persone hanno l’impulso di darmi qualcosa al volo e mi danno quello che hanno con loro al momento, un gioiello o persino dei vestiti. Alcuni bambini passano ore a farci disegni e i genitori ne sono fieri…loro magari troppo timidi per darcerli! Anche tanti adulti lo fanno e hanno lo sguardo di un bambino quando presentano i loro regali. Non c’è nulla di strano in tutto ciò, sono davvero grata per tutto quello che ci regalate!

8. Perché abbassate i toni per le canzoni pre- Century Child? Tipo She is my Sin?

Tutte le vecchie canzoni sono abbassate di una nota perché il materiale recente è registrato in D e le cose vecchie in E. Per evitare di portarci tante chitarre e bassi con entrambe le accordature, abbassiamo le note.

9. Quali sono le tue marche preferite di make up?

Ogni marca che non è testata sugli animali. Non ho dei preferiti, qualsiasi cosa che mi stia bene e duri quando fa caldo e sudo sul palco per ore. MI piace il make up ma anche non usarlo. È stato liberatorio scoprire che la mia faccia ‘nuda’ è bella e non ha bisogno di nulla per esserlo. Tutte noi siamo bellissime senza trucco. È divertente usarlo, certo. Non mi piace l’etichetta che una donna è bella solo con uno strato di cosmetici.

10. Hai degli stilisti preferiti o negozi di vestiti preferiti? Da cosa prendi ispirazione per i tuoi capi customizzati?

Non ho preferiti. Trovo che la moda sia un concetto stancante, cambia come il vento. I giovani si sentono obbligati a conformarsi a questa pazzia, soprattutto le ragazzine. Devi essere magra, metterti questo, truccarti così, capelli cosà. Pff. Le fotografie ritoccate con Photoshop, di donne che spendono la loro vita cercando di apparire al meglio danno messaggi che non hanno nulla a che vedere con jeans e maglietta. Quindi fashion è tutto ciò che sta bene A TE. Lo stesso per i miei vestiti da palco, devono stare bene a me, sul mio corpo che ha lati positivi e lati meno. Devono essere comodi e devo essere in grado di respirare comodamente. Devono essere femminili e belli, possono essere di qualsiasi colore e materiale, ma tanto cambieranno sempre negli anni perché sono io la prima a cambiare!

11.C’è stato un consiglio che ti ha colpito e ti ha aiutato tanto?
I miei cari genitori mi hanno dato tanti consigli importanti e sarò sempre grata per la loro guida. E devo ringraziare anche l’uomo che ha mixato il secondo album degli After Forever, Oscar Holleman. Mi disse una cosa che non dimenticherò mai: ‘’Possiamo solo brillare come umani e spiriti creativi se lavoriamo con le persone giuste. Dobbiamo circondarci di loro e costruirci un nido protetto andando avanti con la nostra vita. Sentendoci al sicuro restiamo aperti, fragili e veri. Sentendoci al sicuro possiamo essere sempre artisti. Senza, perdiamo il nostro brillare e la fiamma si spegne’’. Ho poi scoperto che è tutto vero, dopo aver trovato il mio nido di persone fantastiche che amo e di c ui mi fido. Non dimenticherò mai questa metafora

12. Ti piacerebbe scrivere un libro? Che genere?

Bella domanda. Mi piacerebbe e ho sempre avuto idee in testa. Amo leggere e ammiro i libri ben scritto. È un’arte bellissima ma non ho idea di come funzioni nonostante mi interessi. Forse un giorno scriverò un fantasy. Ho tanta immaginazione. Ho anche pensato di scrivere una biografia ma ci penserò quando sarò sulla sedia a dondolo a 85 anni e avrò davvero qualcosa da raccontare.

13. ti sei mai scambiata ruoli con tua sorella? Siete simili!

Irene e io siamo simili a colpo d’occhio ma se ci guardate bene vedete che non lo siamo poi tantissimo. Non ci siamo mai scambiate, abbiamo personalità diverse quindi si capisce subito chi è chi. Io ho gli occhi blu e lei marroni, lei è più alta, ho i capelli più lunghi dei suoi mossi. Oh e abbiamo un colore diverso! Le nostri voci sono diverse ma vicine,così come la nostra apparenza. Ci piace cantare assieme, abbiamo voci complementari.

14. quando non sei in tour per un po’, fai un pausa dal canto o ti tieni sempre in allenamento?
Cantare non è una cosa che faccio, è quello che sono. Respiro, mangio, canto! A volte faccio allenamento, ma per la maggior parte del tempo canto e basta, per divertimento, perché sento il bisogno di farlo, proprio come quando si ha fame.

15. ci sono sfide che da cantate vorresti raggiungere?
non mi sono prefissata delle sfide, ma penso che mano a mano che cresco continuo a imparare e cambiare. La mia vera ambizione è essere in grado di cantare fino a che avrò fiato in corpo.

16. in che percentuale una buona performance è dovuto al talento e all’allenamento?
non c’è una verità assoluta per questa domanda. È una percezione. Con una persona di talento non c’è bisogno di allenarsi ma con l’esperienza lo show può diventare super. Meno talento c’è, più l’allenamento sarà d’aiuto. Ma l’allenamento senza talento non ti rende bravo.

17.Possiamo vederti suonare il flauto nei prossimi show? Magari in duetto con Troy?
Troy suona talmente tanti strumenti e talmente bene che non vedo bisogno di me che suono il flauto, solo perché sono in grado di farlo

18. Quali cose ‘olandesi’ ti mancano ora che vivi all’estero?
Cose? No cose no, mi mancano le persone, la mia famiglia, gli amici, il mio cane… a volte vorrei che i paesi fossero piccoli quando l’Olanda perché non conosciamo distanze. Ma 17 milioni di abitanti in un’area cosìpiccola è una cosa che non mi mancherà mai. Svezia e Finlandia! Oh sì, con le loro strade di campagna, e il traffico quasi inesistente (e guidatori tranquilli!!)

19. Ho recentemente iniziato a studiare canto classico e lo amo, ma temo che possa portarmi a cantare tutto in quello stile. Cosa mi consigli per essere flessibile e cambiare voce a seconda dei generi?

Trovati un’insegnante che conosca la ‘Tecnica vocale completa’, l’unico metodo davvero buono a mio avviso. Poi prova da te. È la TUA voce, e non si rompe se provi un po’ ed esci dalla zona di sicurezza J

20. qual è la battuta peggiore che hai mai sentito circa il tuo nome?
Sono sempre le stesse visto che indica una cosa sola in inglese. Mi ricordo una volta in America quando feci il check-in in hotel e la receptionist alzò il sopracciglio e mi fece l’occhiolino: ‘’ è il tuo vero nome?’’ Dissi di sì e che capivo quanto fosse strano a livello internazionale. ‘’Mi ricorderò di questo nome’’. Non è stato nulla di che ma lo disse in modo ilare. Ma poi è un nome olandese normalissimo, ci sono un sacco di nomi che funzionano solo nel paese da cui provengono, ha la sua particolarità. Ora che viaggio parecchio e vivo all’estero è importante per me, ti dà la tua caratteristica.

21. Sto studiando per diventare guardia faunistica e devo essere in buona forma fisica. Penso tu sia un buon esempio di persona forte e sana. Come lavori sui tuoi muscoli? Che esercizi fai regolarmente, quali sono i tuoi preferiti? Hai consigli?

Ognuno vuole il proprio corpo come meglio crede ma tutti dovrebbero fare movimento. Non importa se assomigli ad Arnold S. è importante stare in salute, avere energia e difese immunitarie, così l’invecchiamento sarà più ‘facile’. È divertente allenarsi? Per alcuni…. Per me lo è. Ma ne va dell’intero benessere, ha a che fare con alimentazione sana, allenamenti costanti e sonno regolare. A volte si mangia male e si beve ma ci sta, perché renderà i momenti ‘severi’ più facili . Non posso dirti cosa va bene per te, vai in palestra e scoprilo! Una buona guida è importante per non farsi male. Io uso un app che mi dà un allenamento vario, si chiama Nike Training. Per me è anche importante potermi allenare ovunque, poi mi piace lo yoga e passegiare nei boschi. Ho provato a correre ma non fa per me: posso fare tante altre cose però. E ricorda: meglio 10 minuti al giorno e due ore una volta alla settimana.

22. hai mai pensato di vendere la tua giacca lunga che hai usato a Wembley? Non baderei a spese (beh ho dei limiti, sono uno studente!)
in realtà sì, ho pensato di vendere i vecchi vestiti e accessori e raccogliere soldi per una buona causa. Mi serve tempo per organizzare questa cosa e devo trovare una buona causa. Ma ce ne sono tante, avete idee?

23. C’è qualcosa di scientifico che ti attrae?
le cose scientifiche che più mi affascinano sono attorno a noi, e parte del quotidiano. Vederle, comprenderle è stato fantastico. È una cosa che prima davo per scontato. È stato un vero e proprio sviluppo, ogni giorni ci sono menti luminosissime che scoprono cose grandiose. Gli scienziati sono colori che portano le buone notizie al mondo: ‘abbiamo trovato un modo per migliorare questa cosa, la cura per questo, un nuovo quest’altro…’’ Vorrei che le notizie parlassero di più di queste scoperte, sarebbe un bel cambiamento in mezzo a news di guerre e crimini.

24. cosa succede di preciso durante ‘TGSOE’ quando canti “The cosmic law of gravity…”? di solito sul palco sei piena di energia e vederti immobile in quella parte è particolare!

Ahaha, beh uso la mia voce mono-tono da robot. Non sono io, è la voce del cosmo. Per fare ciò sarebbe strano se corressi ovunque guardando la band e i fans.

25. gli altri della band si sono arrabbiati per il duetto con Tarja durante un suo live?

No. E rispondo a questa domanda perché siamo tutto MOLTO stufi di queste stronzate infantili circa la band e Tarja. La band ha dato il benestare e mandano i saluti a Tarja, come le persone normali e adulte fanno.

26. sembra che il dibattito delle cantanti non finirà mai. Speri in una fine o hai imparato a conviverci?

Ci conviviamo perché ognuno ha la sua opinione e i sentimenti fanno espressi. Ma proprio per questo internet è un posto terrificante. Stiamo andando avanti, sono passati anni, perché continuate a sprecare fiato? Basta, finitela di reagire, prendete un bel respiro e unitevi a noi per come siamo ora.

ora le domande veloci e divertenti!

27. quanti cartelli ‘caution wet floor’ hai? Ne hai in cinese?
ahahah ne ho parecchi, ma non in cinese. Magari la prossima volta che vengo in Cina provvedo.

28. caffè o te?

Caffè la mattina e te il pomeriggio e la sera

29. Sei mattiniera o notturna?
mattiniera

30. Cibo piccante o dolce?
piccante

31. sei spontanea o programmi tutto?

Programmo tutto

32. in inverno: scii o casa con un libro.

Entrambe

33. cani o gatti?

Cani, ma se non dovessi scegliere: entrambi

34: Tacchi o scarpe basse?

Basse. Mi piacevano i tacchi ma ora basta. Sono alta 1.81 quindi non mi servono, ma mi piacciono parecchio. Il piede e il corpo non è d’accordo però!

35. cosa ne pensi della barba di marco?

Oh domande importanti!! Beh se fossi biondo e se fossi uomo…sarei mooolto invidioso. Ma sono donna quindi passo ore a truccarmi e sistemarmi i capelli. Marco arriva, si dà una spazzolata alla barba, prende il basso ed è pronto. Dannazione è favoloso!

Traduzione a cura di Nightwishers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *