Tuomas: brevi dichiarazioni per Soundi

Nel Soundi di Marzo 2015 che apparirà domani, Tuomas Holopainen parla apertamente, tra le altre cose, dello scalpore per il rilascio del singolo Elan, del fondamentalismo che si unisce alle religioni, dell’influenza del pensiero di Darwin e di Richard Dawkins, ospite dell’album, e anche della sfortunata storia della cantante del gruppo.


Tuomas Holopainen si ritiene soddisfatto dell’attuale formazione della band, ma, per i momenti difficili nella storia della cantante, non dimentica di toccare ferro.
-In questo momento Floor sembra perfetta. Siamo insieme già da un anno e mezzo e non c’è stato in nessuna fase il minimo problema con lei. La sua passione, la sua devozione e la sua lealtà sono davvero ammirevoli.
Tuomas si fa più serio e formula le prossime frasi attentamente, in mente. Alla felicità segue il doveroso “ma”.
-Ma fino ad oggi non sono riuscito a scrollarmi dalle spalle quella sensazione che ci sia qualcosa che non va.
Gli avvenimenti passati mi hanno sicuramente traumatizzato. Abbiamo anche imparato a trattare certe cose in maniera diversa. Sappiamo prendercene cura, sappiamo chiedere e sappiamo mettere ai voti le questioni.
In quella situazione funzionò tutto in modo sbagliato, fu una questione curata estremamente male.
-C’è stata anche una cattiva sorte in passato, ma ora ci teniamo Floor stretta con le unghie e con i denti.
Tuomas descrive la differenza con Anette Olzon, nella cura del ciclo di Imaginaerum, come una difficile lotta per la sopravvivenza ma sottolinea che è tuttora contento dell’album fatto con Anette.
Tuomas vuole spontaneamente tornare per un attimo ad un decennio prima, alla separazione da Tarja Turunen.
-Con Tarja abbiamo gestito la cosa in maniera assolutamente non-professionale. Le cose sono andate così come dovevano andare, ma il modo in cui è stato fatto è stato sbagliato. Questo possiamo riconoscerlo tutti, ammette Tuomas.
-Un animale in gabbia non agisce in maniera convincente, vuole soltanto uscire da quella gabbia, in un modo o nell’altro. Ma in quella situazione tutti hanno agito in modo sbagliato, è stata una questione gestita assolutamente male.

Fonte: Soundi

Grazie ad Ania per la traduzione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *