Intervista a Tuomas

Una nuova intervista a Tuomas, prontamente tradotta da Mattia. Gracias (:

http://www.noisecreep.com/2012/01/25/nightwish-imaginaerum-interview/

Lo scorso sabato, il 21 gennaio, la band-leggenda del symphonic metal finno-svedese Nightwish ha dato il calcio d’inizio del loro tour del 2012 al Gibson Amphitheatre a Universal City, California. Acclamato come la loro più importante data americana, è stato l’unico show ad essere suonato negli Stati Uniti, finché non inizierà il loro tour autunnale. I fan sono venuti da tutto il mondo per essere testimoni dello spettacolare e infuocata produzione e i Nightwish hanno regalato una notte epica di classici e canzoni dal loro ultimo album “Imaginaerum”.

I Nightwish sono la terza band più venduta in Finlandia con vendite di oltre 827.000 copie dei loro album. Il gruppo è anche la band finlandese più conosciuta all’estero con un record di 7 milioni di vendite e con una collezione di 60 dischi di platino.

Il tastierista fondatore Tuomas Holopainen ha incontrato Noisecreep prima dello show per parlare dei Nightwish, il suo amore per i parchi a tema Disney e della notte che cambiò la sua vita.

Ho sentito che sei un fan della Disney. Quante volte sei stato a Disneyland?
Cinque volte a Disneyland e circa nove volte a DisneyWorld in Florida. Ci vado settimana prossima!

Ed è una fonte d’ispirazione?
Assolutamente. A dir la verità, tutti i parchi. L’immaginazione e le storie che trovi nei parchi a tema è davvero d’ispirazione. Amo tutti i dettagli, i personaggi e, ovviamente, le grandi montagne russe.

Ti piacciono le montagne russe?
Le amo. Qui a Universal City ci siamo presi un giorno di pausa e l’altro giorno abbiamo visitato il parco. Sono stato sul Jurassic Park tre volte. Anche se preferisco la corsa dei Simpson. E mi è piaciuto il tour degli studio, specialmente King Kong in 3D

Parlando di crescita, quando la musica ha iniziato ad avere un grande impatto su di te?
Molte persone non ci credono, ma non ascoltavo musica quando ero giovane. Suonavo il clarinetto, il sassofono e il pianoforte, prendevo lezioni tutte le settimana e mia madre era un’insegnante di musica. Ma non ascoltavo musica registrata. Mio fratello ascoltava tipo Iron Maiden e rock finlandese, ma io no.

Poi è successo qualcosa..
Sì, era il 17 settembre 1992. Ho visto i Metallica a Kansas City. Vedi, ero a Wichita per uno scambio studentesco per un anno. La mia famiglia ospite aveva i biglieti per uno concerto dei Metallica e dei Guns N’ Roses.
Non ci volevo andare. Non mi interessava. Ma hanno insistito. I Metallica hanno iniziato a suonare la loro prima canzone, “Harverst of sorrow”, e sono stato subito arpionato. C’erano circa 80.000 persone che davano di matto. La mia vita cambiò. È stata la cosa più grande della mia vita. Non tanto i Guns, per me sono stati i Metallica. Il giorno dopo ho comprato tutte le cassette dei Metallica. E da quel momento, mi sono tuffato nel metal. Molti album sono diventati importanti per me. “Images and words” dei Dream Theater, che è uno degli album più belli mai creati e “Vulgar display of power” dei Pantera. Questo mi ha portato nel lato oscuro del metal. E anche il black metal norvegese, che amo ancora.

Hai tenuto il biglietto di quel primo spettacolo?
Certo. Infatti lo tengo nel mio portafoglio.

Ce lo puoi mostrare?
(A questo punto, Tuomas va nell’altra stanza, prende il suo portafogli e ci mostra orgoglioso lo sbiadito artefatto che cambiò la sua vita).

Parliamo dell’ultimo album dei Nightwish, “Imaginaerum”.
Ci piacciono le sfide. Ci voleva, abbiamo sempre voluto ispirarci alle colonne sonore, quindi abbiamo deciso di creare un album che fosse anche la colonna sonora di un film. E poi facciamo il film! Tutti dicevano: “Dove prendiamo i soldi per un film?”. Ero molto ingenuo, ho pensato che sarebbe stato facile, ma per un anno e mezzo sono stato da sponsor e produttori per presentare l’idea ed è stato difficile. Ci siamo anche disperati ad un certo punto. Tutte le canzoni erano fatte per il film. Poi sono arrivati i nostri salvatori, quelli della Caramel FIlms di Montreal, Canada. Quindi ce l’abbiamo fatta, ho avuto la versione editata del film via e-mail oggi. Non ci sono ancora CGI, ciò avverrà nella versione finale.
Il film parla di un compositore malato sul suo letto di morte, ripensando alla sua intera esistenza – elogiando vita, bellezza e verità – se hai visto “Big Fish” di Tim Burton e ti è piaciuto, penso ti piacerà. Tim Burton è una grande fonte di ispirazione per noi e devo ammettere che mi è piaciuto anche lo stress. L’album ha un’entità separata. Se non vedrai il film che uscirà ad aprile, capirai che l’album è a se stante.

Sembra grandissimo! Per finire, i fan dei Nightwish sono davvero appassionati della band. Parlacene.
Sono le più appassionate, entusiaste e leali persone nel mondo. Ti scaldano il cuore, loro hanno un amore genuino e incondizionato per la band. Vogliamo che siano felici per quello che facciamo. Significano molto per noi.

0 thoughts on “Intervista a Tuomas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *